London Make Up & Beauty Haul + IMATS Haul

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Mentre voi leggete questo post succulento io sono in treno direzione Milano, ci ho messo un bel po’ di tempo a prepararlo, causa lavori e tempo poco clemente con conseguente luce assente, ma finalmente eccoci qui, potete sbirciare tra i miei acquisti!

Sono stata a Londra 4 giorni durante il ponte del 2 Giugno per una luna di miele mooolto ritardataria, praticamente coincisa con il nostro primo anniversario, ma come si dice? Meglio tardi che mai! Era un po’ che progettavamo il viaggio ed è stato solo un puro e fortuito caso che sia capitato proprio negli stessi giorni di IMATS -se se, raccontiamocelo!- quindi ho potuto dedicare un’intera giornata allo shopping selvaggio fra Oxford Street, Regent’s Street e ovviamente IMATS.

 

Ho diviso questo post haul londinese in tre parti: make up, beauty e IMATS, -sedetevi comode- ma prima vorrei spendere due paroline per coloro che andranno a Londra e vogliono fare shopping. Tenete a mente una cosa: Boots e Superdrug sono praticamente in ogni dove, non stupitevi di trovarne tre sulla stessa via a poche centinaia di metri di distanza, nelle stazioni della metro o alla loro uscita. Hanno spesso offerte succulente -io ho sfruttato biecamente i 3×2- e hanno molti brand interessanti che qui non troviamo. Selfridges è praticamente il corrispettivo della nostra Rinascente, solo marchi super lussuosi e tra i tanti potete trovare Shu Uemura, Bobbi Brown e Charlotte Tilbury, che qui in Italia non si trovano fisicamente. Troverete poi tantissimi altri punti vendita in stile Coin: Marks&Spencer -che ho amato follemente-, Debenhams, House of Fraser, SpaceNK -qui trovate anche Kevin Aucoin-, John Lewis, oltre a svariati punti vendita Jo Malone, Lush, The Body Shop, Penhaligon’s e altri monomarca come NARS -che ha da poco inaugurato-, Illamasqua, &OtherStories, Liz Earle, ecc. Insomma, ce n’è da vedere e da comprare! Personalmente ho cercato principalmente brand che non conoscevo o poco reperibili, salvo poi approfittare delle offerte per alcuni drugstore brand.

haul londinese

Iniziamo dal Beauty Haul Londinese, quello che più mi ha soddisfatta. Da Boots, come vi dicevo, c’era il 3×2 sui prodotti skincare, capelli e corpo, e non pagavi il meno costoso: il primo prodotto che ho afferrato con tutta me stessa è stato il mitico Dry Shampoo di Batiste, uno shampoo secco super nominato ovunque che ho messo all’opera stesso durante il viaggio e posso già dirvi essere assolutamente favoloso; ho preso poi Carmex, un balsamo labbra che ho amato ma che qui fatico a trovare e poi mi sono avvicinata allo stand Soap & Glory, volevo tanto prendere la cipria Kick Ass ma poi mi sono buttata sui cleanser e ho preso il Vitamin C Facial Wash, un gel detergente azzurro con microgranuli rosa che opera anche una delicata azione esfoliante. Sempre in tema detergenti -se avese seguito le mie avventure su fb saprete che il mio beauty era rimasto a casa per errore- ho acquistato il Polishing Hot Cloth Cleanser di Sanctuary SPA, dovrebbe essere simile a quello di Liz Earle e ho voluto provarlo, e dello stesso brand ho preso anche l’Ultimate Cleansing Oil, un olio detergente e struccante. Per lo skincare basta acquisti da Boots, ma da Superdrug ho preso un altro Hot Cloth Cleanser, ma questa volta di Vitamin E Skincare e un esfoliante viso di Tea Tree Skincare. Da Marks&Spencer infine avrei voluto ogni cosa, ma ho fatto la brava e cosa ho preso? Un altro detergente viso -non se ne hanno mai abbastanza secondo me e poi sono le cose che consumo più velocemente-, questo è del marchio Pure, si chiama Instant Radiance English Rose Cleansing Balm e mi ha conquistata perchè è una sorta di unguento che a contatto con la pelle si scioglie come un olio ma senza ungere, è profumatissimo, l’ho provato sulla mano e mi ha conquistata. Ho visto poi una maschera per il viso in tessuto troppo caruccia ed è venuta via con me: è la Beauty Rest’ore mask di MaskerAide.
Nei giorni successivi, girovagando sono passata anche da Liz Earle, non avevo più tanto posto in valigia a causa degli acquisti dei giorni precedenti, così mi sono data alle minisize: una di Instant Boost Skin Tonic, che conoscevo già -cliccate sul link per la review- e due maschere: la Deep Cleansing e la Intense Nourishing, che già so mi conquisteranno!

Infine, nientepopodimenoche sull’aereo, ho chiuso in bellezza con due acquisti convenientissimi: entrambi distribuiti da Deciem sono Fountain 02 The Hyaluronic Molecule, un flacone con un contenuto in acido ialuronico da bere, e Niod Photography Fluid Opacity 12%, un siero viso che promette pelle da photoshop. Potevo lasciarmeli scappare? NO!

haul londinese

Passiamo quindi al primo Make Up Haul Londinese: devo ammettere che sono stata molto brava, avrei potuto comprare molte più cosine ma sono stata oculata. Da Boots mi sono fiondata allo stand di Bourjois, era da tanto che volevo provare i famosi fondotinta Healthy Mix e ne ho scelte due tonalità da miscelare, poi uno dei nuovi Rouge Edition Souffle de Velvet nella tonalità 02 Coquelic’oh. Mi sono avvicinata allo stand di Revlon per curiosità, volevo vedere da vicino i nuovi Ultra HD Matte LipColor e ne ho preso uno, Love, poi qualcosa ha catturato la mia attenzione e in un attimo tra le mie mani c’erano Black Cherry e Va Va Violet, due Super Lustruous Lipstick che erano parte del mio kit quando mi fu rubata la valigia e che non trovavo da secoli, potete quindi immaginare la mia felicità. Da Superdrug c’era anche MUA e ho voluto provare il Pixel Perfect Multi-Blush che come vedrete dalla foto è simile come colori alle Meteorites di Guerlain, chissà come sarà. Infine da Selfridges ero quasi certa di svaligiare il podio di Shu Uemura, ma mi sono trattenuta e sono andata invece da Charlotte Tilbury, acquistando due tonalità dei fondotinta Light Wonder e un rossetto della linea Matte Revolution: Amazing Grace.

haul londinese

Non si può dire che ad IMATS sia stata altrettanto oculata, ero entrata con l’intento di guardare soltanto visti gli acquisti della mattinata, ma al mio ingresso mi sono trovata davanti l’enorme stand di Royal & Langnickel pieno zeppo di pennelli, i prezzi erano ottimi e ne ho portati via quattro. Girovagando tra gli stand mi sono fermata a quello di LoveCosmetics, il celebre ecommerce inglese, e ho preso la Translucent Powder di RCMA, che volevo provare da tanto. Allo stand Kryolan ho preso una minisize del tanto osannato Brush Cleanser di Parian Spirit -spero proprio che valga quanto costa- e un bellissimo pennello da fondotinta. Mi sono quindi fermata da Bobbi Brown, dove avevo già in programma la scorta dei famosi fondotinta in stick e del Long-Wear Gel Eyeliner. Infine sono passata da Mehron per conto di un’amica ma ho finito per comprare i suoi stessi prodotti e anche di più: sono le Metallic Powder, pigmenti metallici che con uno specifico liquido fanno un effetto pazzesco. Li userò presto in uno shooting e potrete vederne la resa.

 

Termina qui il mio post haul londinese, non vi ho fotografato i pigiami presi da Primark, il ciondolo del Big Ben preso da Pandora, i souvenirs e i regalini che ci siamo fatti io e il Ciancio perchè conto di mostrarveli fra Instagram e un secondo post dove vi parlerò meglio di Londra e delle sue attrazioni.
Intanto spero vi siate godute questo lunghissimo post e se avete voglia, lasciatemi un commento con quello che volete recensisca per primo sul blog, così inserisco nel mio beauty planner i prodotti da provare nell’ordine che preferite.

Laura

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
0
  • Ciao Laura,
    guardando i tuoi acquisti posso dire che ti sei contenuta 🙂 io non avrei resistito a nessuna tentazione e, tutto sommato, non essere venuta a Imats London quest’anno è stato un bene per le mie finanze. Adoro Parian Spirit, ho acquistato già due volte la confezione grande e lo trovo strepitoso. Provalo e fammi sapere cosa ne pensi. Altra curiosità è per lo shampoo secco ma direi che hai già confermato la sua ottima reputazione.
    Un bacione!
    Eliana