Challenge: burrocacao vs balsamo labbra!

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

balsamo-labbra

Il burrocacao è fra i cosmetici più amati e più odiati, e io in primis, prima di capirne la reale funzione, l’ho amato, poi odiato, poi amato..

Innanzitutto voglio condividere con voi la differenza che personalmente opero fra balsamo labbra e burrocacao.

Il primo si propone di essere un nutriente per le labbra, avrà quindi nel suo inci sostanze nutritive per la mucosa e il suo contorno e sarà di rapido assorbimento. Rende le labbra più morbide e gli effetti si vedono nel tempo. E’ consigliabile utilizzarlo la sera prima di andare a dormire, di modo da non intaccarlo mangiando o bevendo.

Il secondo invece si propone di essere un protettivo per le labbra, sia per le stagioni calde che per quelle fredde. La sua composizione a base di cera e petrolati servirà infatti a comporre una barriera sulle labbra affinchè non si disidratino per vento, freddo o afa. E’ consigliabile stenderlo più e più volte durante il giorno, soprattutto se si passa tanto tempo fuori casa o si sta in luoghi con riscaldamenti/aria condizionata alti. Alcuni possono essere dotati anche di sostanze nutritive nell’inci.

Chiarito questa piccola differenza voglio oggi confrontare alcuni burrocacao che ho provato dividendoli in alcune categorie:

labbra-labello-glysolid-ultrasun

1. Burrocacao “classici”: Labello, Glysolid,  Ultrasun. Sono i classici stick da tenere sempre in borsetta. Creano una patina piuttosto spessa sulle labbra e proteggono dagli agenti atmosferici. Personalmente li uso solo in caso di estrema necessità (vento o sole forte).

labbra-l-erbolario-chanel

2. Burrocacao con sostanze nutritive: Hydra-Chrono Levres di Lierac, Nutrilabbra ai 4burri dell’Erbolario, Rouge Coco Baume, Beyond Colour di Avon. Sono quelli che più mi piace usare durante le mie giornate fuori casa. Lo strato protettivo è meno spesso dei burrocacao classici, e oltre a proteggere le labbra, una volta scomparsi, sento comunque morbidezza al tatto.

l-oreal-labbra

3. Burrocacao colorati o con rivelatori di colore: Babylips di Maybelline, Eight Hour Cream Lip Protectant Stick di Elizabeth Arden, Studio Secrets Universal Lip Glow, Popstick di Maybelline, Extact Color Lips di Madina. Sono quelli che in genere utilizzo quando oltre alla protezione ho voglia di un po’ di colore. Alcuni di questi hanno proprio il colore integrato come i Babylips, altri invece modificano la gradazione di rosa/rosso in base al ph e al colore di base delle labbra, come l’Extact Color di Madina. Alcuni di questi come i Babylips di Maybelline e l’Eight Hour Cream Lip Protectant Stick di Elizabeth Arden contengono anche sostanze nutritive al loro interno.

collistar-labbra

4. Olii e unguenti per labbra: Olio Lucidante Labbra di Mediterranea, Lip Elixir di Collistar, Lip Sun Balm di Nee Make Up, Reve de Miel di Nuxe. I due Oli sono quelli che, quando sono a casa, applico e riapplico in continuazione. Hanno un profumo buonissimo, come quello degli zuccherini che si mettono sugli struffoli di Natale (tanto per restare in tema), si assorbono velocemente e lasciano le labbra nutrite. Il Reve de Mile di Nuxe invece è da anni il mio fedele alleato per la notte, ne stendo uno strato generoso e al mattino un pochino è ancora lì, e ho le labbra morbidissime e nutrite.

labbra-vichy-la-roche-posay

5. Balsami protettivi per labbra: Nutriextra di Vichy, Cicaplast Levres di La Roche Posay. Questi li ho iniziati a provare di recente. Credevo di poterli sostituire a Nuxe per la notte ma non ne ho tratto grossi benefici, così li tengo in casa. Sono più scomodi da portare in borsetta, quindi li applico di rado. Hanno però al loro interno anche sostanze nutritive interessanti.

stanhome-organic-elements

6. Balsami nutrienti per labbra: Lipcare di Stanhome, Global Lip Balm di Organic Elements. Questi due sono quelli invece che utilizzo su me stessa ma anche sulle clienti (ne ho in triplice copia nelle borse da lavoro) prima di procedere al trucco. Sono di rapidissimo assorbimento e si ottengono veloci risultati. Se ne possono mettere più strati senza creare spessore e aiutano anche a riparare piccole ferite. Tra i due quello della Stanhome è il mio preferito.

In ultimo mi fa piacere citare l’utilissimo scrub per labbra, composto in genere di zucchero/sale e un olietto. Facile anche da preparare sul momento. Io uso un labbrasivo di Lush che si chiama Labbra da Cinema. Lo adoro!

Ora sono curiosa di conoscere i vostri balsami labbra e/o burrocacao preferiti e le vostre esperienze!

Alla prossima

Laura

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
0
  • Tutti questi Burrocacao, balsami labbra e compagnia bella mi fanno battere il cuore *_* Sai che sono una burrocacaomane!
    Ho provato alcuni dei prodotti che citi, il Reve de Miel di Nuxe, in versione Stick però, poi ho provato i Baby lips, il labello (chiaramente 😀 ) e poi anche l’Ultrasun.
    Se vuoi provare qualcos’altro, ti consiglio i Crazy Rumors, ho come l’impressione che ti piacerebbero 😀
    Baciii

    • Proverò i Crazy Rumors allora.. e ti consiglio di provare il Nuxe in Pot, è molto molto molo meglio di quello in stick!

  • A me è piaciuta particolarmente la chiara distinzione che hai fatto fra prodotti con petrolati e senza, troppo spesso sul web viene fatta di tutta l’erba un fascio senza distinguere in base all’utilizzo: il balsamo che faccio in casa, e che adoro la sera come curativo, non è paragonabile alla barriera difensiva di burrocacao con petrolati e cere in quantità quando fuori fa molto freddo o c’è vento, così come non sarebbe sensato considerare derivati del petrolio come ingredienti curativi o nutrienti per la mucosa ^^

    • Grazie Julia, hai proprio colto nel segno! Felice ti sia piaciuto il post! 🙂 Detto da te ha un gran valore!