Atelier Fragranze Milano: l’evoluzione di un profumo

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

atelier-fraganze-profumi

Atelier Fragranze Milano, la nota azienda che produce e realizza fragranze made in Italy,  ci ha aperto le sue porte giorni fa, grazie all’intervento di Giovanna Mudulu -direttore editoriale di Allure- che si è prodigata affinché una cerchia ristretta di blogger potesse fare un tour olfattivo per ampliare le proprie conoscenze nel settore fragranze.

Ad accoglierci, Luca Maffei, giovane e talentuoso naso nonché figlio d’arte, che presta le sue conoscenze, la sua arte e le sue abilità per la creazione di fragranze destinate ad aziende e brand dei più svariati settori.
Luca, oltre ad aprirci un varco sul mondo dei profumi, lo ha aperto anche sulla sua vita e carriera, raccontandoci  aneddoti riguardanti la sua infanzia, la formazione, la carriera, il percorso di vita che, come per molti, era partito in un verso e lungo la strada ha cambiato direzione.

atelier-fraganze

Dopo una breve introduzione sull’azienda Atelier Fragranze Milano, celebre per la creazione di tantissimi profumi storici, ci siamo spostate nel laboratorio, dove alle pareti si trovavano una schiera di oltre 800 provette e bottigline contenenti materie prime sintetiche e naturali. Luca ci ha spiegato che ogni naso in genere ne ha circa la metà di preferite, con cui in genere realizza le sue creazioni. Un bancone con becher e bilancia ci attendevano per la parte più creativa della giornata.

Abbiamo avuto infatti la possibilità di assistere alla creazione di una base fiorita-acquatica composta da note esperidate in testa, un bouquet di fiori bianchi nel cuore e accordi muschiati sul fondo. Le essenze e gli oli sono stati accostati ad acqua e alcol al 18%, per ottenere un’alta persistenza (come quella degli edp) e la base è stata poi declinata in due versioni di profumo, una più giovane e frizzante, l’altra più adulta e penetrante.

laboratorio-atelier-fraganze

Come spiegato da Luca, l’unione di due essenze genera un accordo, un po’ come l’unione di due note musicali, e questi accordi vengono suddivisi in una struttura, detta piramide olfattiva, per cui le essenze più persistenti si pongono sul fondo, quelle che si sentono dopo qualche minuto nel cuore, e quelle che invece si avvertono appena si vaporizza il profumo e che scompaiono dopo qualche minuto, si posizionano in testa.

Alla prima fragranza, che doveva avere una connotazione più giovanile e briosa, è stato aggiunto l’Osmanto, una nota di cuore fiorita che somiglia molto all’albicocca, l’Essenza di Davana, nota di testa alcolica somigliante alla pesca, l’Assoluta di Carota, nota di cuore di cui si avverte una sfumatura legnosa (derivante dalle radici e non dall’ortaggio in se) che va ad accentuare la connotazione fruttata delle note di fondo.

A queste, sono state aggiunte due molecole sintetiche: il Cassis Base, molto dolce che si accompagna all’Essenza di Davana, il gamma-Decalactone, una nota gourmand, molto molto dolce (ricorda le galatine), ad accompagnare l’Osmalto.

Si è ottenuta così una fragranza fiorita/fruttata, dolce e vivace.

 

Partendo dalla stessa base, che era stata precedentemente separata, è iniziata quindi la realizzazione della seconda fragranza, più sensuale e ricca.

Sono quindi stati aggiunti: Essenza di Rosa Turca, nota di cuore limonosa e avvolgente, Patchouli, nota di fondo molto calda e persistente, Ylang-Ylang del Madagascar, pregiata e -per me stupenda- che si pone come nota di fondo fiorita e Betulla in soluzione, dall’intro affumicata, molto particolare, ha poi un fondo legnoso che si accompagna bene alle altre note.

Anche qui sono state aggiunte alcune molecole sintetiche: l’Indolo, un cristallo dal profumo di gelsomino canforato, la Vanillina e l’Ambrarome per addolcire il fondo e dargli una connotazione orientale, il Silvanone, un muschio sintetico che aiuta a legare i vari componenti alla base e il Muschio Chetone, sempre in cristalli.

Si è ottenuta una fragranza Floreale/Chypre sensuale, avvolgente, molto strutturata, che devo dire mi ha lasciata molto sorpresa, soprattutto per come rende sulla mia pelle!

 

Ciò che ho imparato da questa giornata è che ogni fragranza è frutto di bilanciamenti tra dolce e aspro, naturale e sintetico, passato e presente. Un po’ come la vita di ognuno di noi!

Grazie a Luca, a Giovanna e all’Atelier Fragranze Milano per questa magnifica mattinata.

Laura

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
0